Torna indietro
3

Litoranea Veneta

Acqua di entroterra

Una fitta rete di vie fluviali che disegnano un paesaggio straordinario,
un modo alternativo di muoversi nella natura, in barca o in bicicletta,
rispettando l’ambiente e scoprendo un patrimonio infinito di storia, cultura e sapori.

 

C’era una volta un mondo in cui il tempo scorreva lento, mentre le persone e le cose viaggiavano lungo un fitto mosaico di fiumi e canali artificiali, fra verdi paesaggi e campi arati, ville nobiliari e rustiche capanne di pescatori, città d’arte e aree naturali incontaminate. C’era una volta … e c’è ancora oggi. La Litoranea Veneta, il sistema di vie navigabili che collega in maniera capillare la Laguna di Venezia con il Golfo di Trieste, rappresenta un universo d’acqua tutto da esplorare, alla scoperta di una natura e di una cultura assolutamente uniche.

La sua storia è antichissima e affascinante. Già gli antichi Romani utilizzavano fiumi e canali navigabili per mettere in comunicazione con l’Adriatico i grandi porti fluviali, punto di scambio fra le merci del Nord e del Mediterraneo. L’attuale Litoranea Veneta nacque nel Medioevo, sfruttando le caratteristiche naturali del territorio, non solo per creare un sistema di comunicazione, ma anche per dare un assetto al paesaggio, fra valli di pesca, argini e canali per l’irrigazione. Durante la Prima Guerra Mondiale venne utilizzata per il passaggio di pontoni e navigli militari, negli anni ’50 ebbe un ruolo importante nello sviluppo economico locale, oggi è usata come una rete di trasporto e turismo locale.

Basta possedere o noleggiare una piccola imbarcazione a motore, anche senza patente nautica, oppure partecipare a un’escursione guidata in barca, per avventurarsi fra canneti, isolotti sabbiosi, argini, porticcioli e casoni di canne palustri, lungo percorsi indicati da segnali. Oppure si può salire in sella alla propria bicicletta e godersi questo suggestivo ambiente, percorrendo diversi itinerari cicloturistici. Per tutti gli avventurosi viaggiatori, la Litoranea Veneta riserva un’altra gustosa scoperta: la sua tradizione gastronomica, a base di freschi prodotti del mare e della terra.

 

Scorri per leggere